Archivio mensile:settembre 2014

Il gioco d’azzardo sano è quello legale

L’industria del gioco d’azzardo pubblico ha un ruolo importantissimo nel suo “espandersi” e nel suo “mettersi a disposizione” dei giocatori con prodotti sicuri, tutelati da concessioni e licenze e con prodotti in concorrenza con i siti illegali che possono essere “accattivanti”, ma che non offrono alcuna protezione per il giocatore, sopratutto per quel giocatore che inizia ad accostarsi ed a conoscere il mondo dell’azzardo. Gli operatori e lo Stato, quindi, che è intervenuto nella regolamentazione del gioco con vincita rispondendo ad una forte domanda posta da parte dei cittadini e che continuava a crescere gravitando ovviamente in “luoghi illegali”, devono adoperarsi per innovare il settore mettendolo sempre più “in sicurezza” sottraendo così risorse alle economie ed ai commerci illeciti.

Quindi, sia lo Stato che l’industria del gioco devono intraprendere un’unica strada: quella del gioco “sano”, sicuro e tutelato, controllato con rigidi parametri che riguardano anche le vincite che devono essere super sicure e non fuori controllo. Sin qui sono stati fatti grossi passi anche se l’industria del gioco ha passato brutti momenti dovuti alla mancata presa “di posizione” da parte dello Stato, ma si spera che la Delega Fiscale possa finalmente aiutare il comparto intero ed intervenire in quei “punti bui” che hanno creato problematiche ad oltranza. Sin qui esiste sul nostro territorio una filiera economica e produttiva che attiene il gioco lecito straordinaria che ha portato grandi risorse nelle casse dell’Erario e grandissimo impiego di risorse umane: il che è un gran bel risultato!